<< torna alla Categoria

CATALOGO

Leadership Comportamentale, la chiave del successo con i collaboratori - Manageriali

Requisiti Descrizione Livello Durata Codice
Manager e funzionari Le più innovativa tecnica di leadership, capaci di agire sui comportamenti di lavoro indesiderati per trasformarli nei comportamenti di successo. Professionale 2 gg MNG-01

La Leadership Comportamentale:

gli stili di leadership spontanei: le loro caratteristiche, i loro vantaggi e i loro difetti;
la differenza sostanziale tra la Leadership Comportamentale e le usuali tecniche di leadership;
la Leadership Comportamentale: caratteristiche e vantaggi pratici;
imparare a distinguere i comportamenti dalle attitudini per intervenire sulle prestazioni dei collaboratori senza creare attriti;
il quadro di Mager per identificare i motivi che inducono il collaboratore a tenere un comportamento inefficace;
la Bilancia delle Conseguenze per comprendere che cosa farà modificare il comportamento poco produttivo;
i quattro livelli di capacità e volontà dei collaboratori, ovvero il livello di “maturità comportamentale” nella gestione del loro ruolo con i vantaggi e gli svantaggi sui risultati delle prestazioni;
come identificare il livello di “maturità comportamentale” del collaboratore;
i quattro stili di leadership comportamentale: le loro caratteristiche e i loro vantaggi nel saperli usare con i collaboratori;
come identificare lo “stile di leadership comportamentale” adeguato al livello di maturità comportamentale per intervenire sul collaboratore;
come interfacciare il proprio stile adeguato di leadership con i collaboratori molto esperti;

La Motivazione nell’Analisi Comportamentale dei collaboratori:

saper individuare i fattori demotivanti;
come motivarsi confidando in se stessi;
come motivare se stessi e i propri collaboratori ponendosi degli obiettivi non solo  SMART, ma anche Condivisi e Coinvolgenti per superare i limiti del classico management by objectives;
motivare gli altri per lavorare in armonia;
le motivazioni di un team;
conoscere se stessi e gli altri mediante l’Analisi Transazionale per capire come mai reagiamo in un certo modo nelle situazioni critiche;
analisi dei fattori demotivanti e dei fattori motivanti secondo Herzberg;
la scala dei bisogni di Maslow ed il suo influsso sulla motivazione rivista in chiave attuale con il contributo della sociologia;
il principio del “10-80-10” di Robert Mason nell’analisi  delle performance di un gruppo di collaboratori e i suoi effetti sull’efficacia degli interventi di miglioramento delle prestazioni del team;

La Gestione della Comunicazione Motivante nella Leadership Comportamentale durante gli affiancamenti e i colloqui:

il leader comportamentale è un vero coacher per i suoi collaboratori;
saper essere un “coacher” per allenare ogni membro del team a dare il meglio;
come comunicare per motivare;
i principi base della comunicazione stimolante;
il processo della comunicazione motivante; come  passare dal nostro pensiero al messaggio motivante per chi ci ascolta: le quattro fasi per dare un messaggio veramente stimolante al collaboratore;
le mappe mentali;
le barriere nella comunicazione;
gli strumenti per comunicare;
saper porre le domande corrette durante il colloquio motivante
imparare ad ascoltare profondamente i collaboratori: come applicare la tecnica dell’ascolto attivo;

La Leadership Comportamentale in Azione:

il piano d’azione di miglioramento di un collaboratore: ogni responsabile traccia il piano di miglioramento di un suo collaboratore da attuare al   ritorno in azienda.

 

Tecnica di gestione dell’aula: in aula vengono adottate due metodologie di conduzione:

per favorire l’apprendimento viene utilizzato il metodo di erogazione interattivo di Koelbe, scuola di comunicazione di Palo Alto, Università della California;
per favorire la memorizzazione vengono impiegate metodologie di apprendimento meta-cognitive.
I partecipanti vengono costantemente stimolati a pensare criticamente alle tecniche di leadership che utilizzano spontaneamente, per confrontarsi nel loro modo di agire quotidiano, e scoprire le proprie aree personali di miglioramento.

icona_pdf